Wanderlust
Let's travel.
I colori. Le cartoline. I suoi occhi. Le lettere. Le foto. I ricordi. La musica. La danza classica. I Beatles. Gli Oasis. I Muse. I Led Zeppelin. Le istantanee. I libri. L'arcobaleno. Le follie. I Pink Floyd. L'Inghilterra. Gli amici. Il tramonto. L'arcobaleno. I gatti. Le coccole. I baci sul collo. Le sue mani. Londra. Il mare. Le converse. "I will follow you into the dark". Le nuvole. Il gelato. La nutella. Le cose dolci. Le stelle. La luna. I francobolli. I Green Day. La sua voce. Le corde della chitarra. Noel. Le parole che scrivi. I cuscini. Le onde. L'infinito. Matthew. I cuoricini. L'azzurro. Gli obiettivi. Le macchine fotografiche. Le punte. I suoi occhi. Le cascate. L'amicizia. La natura. L'amore. I sogni. La "capotatezza". Te.
S-R-E-M.
Explore. Dream. Discover.
Not all those who wander are lost.
Stars can’t shine whitout darkness.

2 giorni fa · 1 nota

 

E mi ritrovo ad ascoltare i lunapop con le lacrime agli occhi… Fottuti ricordi

5 giorni fa · 1 nota

Ed eccolo quel grande dolore che mi colpiva con violenza ancora e ancora, mentre stavo distesa nel mio letto, immobile e sola, a fissare il soffitto, con le onde che mi scaraventavano contro le rocce e poi mi trascinavano di nuovo in mezzo al mare, così da potermi rigettare contro la scogliera, lasciandomi galleggiare nell’acqua a faccia in su, senza per questo affogare.

5 giorni fa · 0 note

In quei due si vede l’amore, si vede dalle carezze, dai baci, dalle botte che si danno per scherzare, si vede dal sorriso da ebeti che hanno stampato in faccia mentre stanno insieme, si vede dalla loro gelosia e dalla loro voglia di proteggersi a vicenda, si vede dalla mancanza che provano quando stanno lontani, e si vede dagli occhi lucidi quando si incontrano dopo che hanno aspettato tutto quel tempo per stare vicini. Per non parlare degli abbracci, oh si, quando si abbracciano sembra quasi che tutto il mondo sia migliore, come se per quell’istante cessassero tutte le guerre: quello loro è amore, loro sono l’amore.

1 settimana fa · 0 note

Stesi qui, su questi piccoli e bollenti granelli di sabbia, a guardarci nonostante la forte intensità della luce che sembra far di tutto pur di ostacolarci. I tuoi occhi che si mimetizzano tra le onde che, potenti, ci sbattono contro. Le tue labbra, ormai salate, pronunciano dolci parole mentre le tue mani sono sigillate alle mie, fragili.
Tutti i rumori vengono annullati e l’ossigeno sembra essere infinito anche sott’acqua solo per permetterci di stare insieme.

2 settimane fa · 0 note

Che la distanza è diventata insopportabile mentre quella nave continua ad avvicinarsi sempre più. Salirò lì sopra pensando a te, mentre l’odore del mare mi assalirà e le onde insistenti ci sbatteranno contro. Dimmi che ci sei e che hai bisogno di me.

3 settimane fa · 0 note

reblog this with 1 nota
Miniature
+11 ed è come se fosse il primo giorno.. Ti amo.

3 settimane fa · 0 note

Non permetterò che 1526 km riescano a dividerci

4 settimane fa · 0 note

Che la comprensione è una cosa difficile e non alla portata di tutti. Dici di volermi aiutare e ti allontani sempre più… Che le mani che avrebbero dovuto riscaldarmi mi hanno congelata e adesso è tutto più difficile. Gli occhi si trasformano in fontane pubbliche mentre il cuore cerca la ragione per cui continuare a battere. Dimmi che ci sei e che la stanchezza non prenderà il sopravvento su di te.
Che la paura è diventata una metropoli e io mi sono persa, e senza la mia bussola non sono più nulla.

1 mese fa · 1 nota

Ma con questa luna, come si fa a pensare ad una partita?

1 mese fa · 8 note

"Io, per lui, non ero nemmeno un granello di sabbia; mentre lui era la mia spiaggia e il mio mare. Come poteva funzionare?"Oceano Mare, Alessandro Baricco (via soffroeppuremivienedaridere)

1 mese fa · 6.228 note

reblog this with 0 note